- Enrico Berlinguer

Berlinguer Enrico - Uomo politico italiano - Sassari 1922 - Padova 1984.

In contatto dal 1937 con gruppi antifascisti, nel 1943 aderì al Partito comunista italiano.

Nell'immediato dopoguerra diresse il Fronte della gioventù prima a Milano e poi a Roma.

Nel 1945 entrò nel Comitato centrale del PCI e nel 1948 nella direzione; dal 1949 al 1956 fu segretario generale del movimento giovanile comunista.

Deputato dal 1968, fu eletto vicesegretario del PCI nel 1969 (XII congresso) e segretario generale nel marzo 1972 (XIII congresso).

La sua linea, basata sul perseguimento dell'alleanza tra classe operaia e ceti medî, sull'affermazione del carattere laico del partito e, soprattutto, sulla proposta del "compromesso storico", si concretizzò, dopo i successi elettorali del PCI nel 1975-76, nella politica di unità nazionale (ag. 1976-genn. 1979).

Dopo la conclusione negativa di tale esperienza e il ritorno dei comunisti all'opposizione (1979), B. cercò di far fronte alla difficile situazione in cui si era venuto a trovare il PCI, accentuata dalla crisi sociale e politica dei primi anni Ottanta, con una riaffermazione del suo carattere alternativo alla Democrazia cristiana (proposta di "alternativa democratica", del nov. 1980) e la prosecuzione del suo rinnovamento interno.

In campo internazionale, la segreteria B. si è caratterizzata per il crescente distacco del PCI dall'Unione Sovietica (dall'esperienza eurocomunista degli anni Settanta alla dichiarazione del genn. 1982 circa l'esaurimento della "spinta propulsiva" della rivoluzione d'ottobre) e il perseguimento di una sua maggiore integrazione nell'ambito della sinistra europea occidentale.

Post popolari in questo blog

Geraldina Colotti

Silvia Latorre

Ivo Scaringi