Ruggero Savinio


Ruggero Savinio - nasce a Torino il 22 dicembre 1934. Vive e lavora a Roma.
Figlio di Alberto Savinio, uno dei maggiori artisti e scrittori del Novecento, e nipote di Giorgio de Chirico, si avvicina giovanissimo all'arte e già all’età di quindici anni frequenta lo studio dello zio. A Roma segue la Facoltà di Lettere e nel 1956 tiene la sua prima mostra di dipinti, in una collettiva presentata da Giuseppe Ungaretti. Nel 1958 soggiorna a Parigi con una borsa di studio assegnatagli da Lionello Venturi. Ritorna in Italia nel 1961 e l'anno successivo tiene a Milano, presso la Galleria delle Ore, la sua prima mostra personale. Nel 1965 partecipa alla mostra Alternative Attuali 2, curata da Enrico Crispolti. Nello stesso anno è di nuovo a Parigi e nel 1967, tiene una mostra di disegni presso la Galerie Jacob, presentata dal poeta Dominique Fourcade e dal critico Guy Weelen. Nel 1968 si stabilisce a Milano e fra il 1974 e il 1976 esegue la serie di opere dal titolo Giochi d'acqua. Nel 1977 dà vita al ciclo di dipinti L'età dell'oro, caratterizzato da una forte esplosione cromatica, con chiari richiami alla cultura romantica. Nei primi anni Ottanta nascono le opere dal titolo La sera a Santa Lucia con forti riferimenti ai rilievi greci e romani. Tra il 1983 e il 1986 è fortemente attratto dai antichi maestri: Velasquez, Sebastiano del Piombo e Saraceni. Nel 1984 torna a vivere a Roma e le suggestioni dei paesaggi archeologici, danno origine al gruppo di opere che prende il titolo Rovine. Tra il 1986 e il 1988 dipinge i cicli delle Muse e delle Fortune. Parallelamente sviluppa uno dei tema a lui più caro: le Conversazioni. Al momento delle sacre Conversazioni rinascimentali, l'artista colloca le figure in uno spazio silenzioso, enigmatico. Nel 1986 gli viene conferito il premio Guggenheim per un artista italiano e nello stesso anno espone con una sala personale alla Art International Exposition di Chicago. Nel 1989 è allestita una sua mostra retrospettiva all'ex convento di San Francesco, a Sciacca, cui seguiranno quella del 1992 a Palazzo Sarcinelli di Conegliano e quella del 1997 a Villa Foscarini Rossi, a Stra. Nel 1990 e nel 1991 tiene invece esposizioni personali presso la Galleria Philippe Daverio di New York. Nel 1995 e nel 1998 viene invitato con una sala personale alla Biennale di Venezia. Nel 1996 viene insignito del titolo di Accademico di San Luca e dal 1997 insegna presso la International School of Art di Montecastello di Vibio. Nel febbraio 1999 si apre a Milano, nella Sala Viscontea del Castello Sforzesco, una sua grande antologica. Nell'estate 2000 è ospite della Ballinglen Foundation, Ballycastle, Country Mayo, in Irlanda.

In parallelo alla sua attività artistica, coltiva anche quella di scrittore. Nel 1981pubblica il racconto L'età dell'oro per l'editore Scheiwiller; nel 1992 Percorsi della figura, La Cometa, e Ombra portata, Anabasi. Nel 1996, Paesaggio con figura, Le lettere. Suoi scritti sono apparsi sulle riviste: Carte segrete, La Tartaruga, Paragone, Linea d'ombra, Nuovi argomenti, Pagine, L'Almanacco dell'Altana, Anima. Di prossima pubblicazione un suo testo nella Antologia del racconto italiano del Novecento, nei "Meridiani" di Mondatori.

Post popolari in questo blog

Geraldina Colotti

Silvia Latorre

Ivo Scaringi