- Tommaso Pedio

>
Tommaso Pedio (Potenza 1917 - 30 gennaio 2000) fu uno storico insigne e saggista la cui attività si concentrò sulle questioni del Mezzogiorno e del brigantaggio post-unitario. La sua connotazione di uomo attento alla giustizia sociale lo colloca di diritto nell'ampio panorama di quella cultura antifascista e fortemente democratica creatasi nell'Italia postbellica e che riconosceva come missione la creazione di un nuovo sistema di equità e giustizia sociale.

Biografia

Laureato in legge, fu magistrato ed avvocato della gente umile e dei disgraziati. Visse per un breve periodo di tempo a Boston, negli Stati Uniti; ritornato in Italia si dedicò quasi esclusivamente all'attività di scrittore e ricercatore producendo una quantità impressionante di saggi ed articoli storici sui temi del Mezzogiorno, della questione meridionale e del brigantaggio. Ottenne la cattedra di Storia Moderna all'Università di Bari. Muore nella sua Potenza ad ottantatre anni, il 30 gennaio 2000.

Con lui la sua Basilicata, e tutto il Mezzogiorno d'Italia, perdono un protagonista della storia della cultura meridionalista, che aveva collaborato con intellettuali quali Rocco Scotellaro, solo per fare un esmpio, al quale lo univano le idee socialiste.

Gli viene intitolato un Premio Speciale "Tommaso Pedìo" appunto, all'interno del prestigioso Premio Basilicata.

Post popolari in questo blog

Geraldina Colotti

Silvia Latorre

Ivo Scaringi